GOLEM di LRNZ – Lorenzo Ceccotti (Bao Publishing)

GolemDi Svamp

È passato molto tempo dall’ultimo libro che mi ha preso così tanto, da dover far passare un po’ di tempo per metabolizzarlo e, quindi, recensirlo (l’ultima volta risale a La fine del mondo viene di giovedì).

GOLEM di LRNZ è una graphic novel, un fumetto lungo, per meglio identificarlo, che racconta in chiave satirica una Italia del futuro totalmente inghiottita dalla tecnologia e vittima del consumismo. Già dalle prime pagine il lettore si trova immerso in questo mondo fantastico e scintillante, ma che si fa sempre più cupo e intrigante man mano che si legge.

Fare un riassunto è abbastanza complesso, anche perché la storia si svolge attraverso ben sei piani narrativi.

In estrema sintesi, senza togliere a voi il gusto di leggere il finale, la storia comincia con l’entrata in scena di due ragazzi, Steno e Rosabella, figli di formidabili scienziati, morti per proteggere un preziosissimo segreto. I due ragazzi vengono rapiti durante un attacco mentre vanno a scuola. Di qui un lungo concatenarsi di avventure, segreti e personaggi.

Più di venti sono i personaggi che si alternano in quest’opera, tutti ben caratterizzati e dai ruoli ben definiti. La matassa si scioglie solo alla fine, e il lettore riesce finalmente a dare un senso alle visioni che Steno (nome sicuramente non comunissimo tra i giovani, che infatti rimanda a un regista ironico e dissacrante, Stefano Vanzina, padre dei famosi fratelli Vanzina) ha durante la storia.

L’opera è intrisa di rimandi alla cultura orientale. Lo stesso Golem che in ebraico (Gelem) vuol dire “materia grezza” o “embrione” ma che oggi potremmo tradurre come “androide”, è una sorta di contenitore dalle fattezze umane che, attraverso la kabbalah, ovvero delle parole “magiche” legate a Dio, prende vita.

Un concetto che mi ha subito rimandata all’idea di homunculus in alchimia e, quindi al manga Full MetalAlchemist (sarà che pure questo manga e anime mi ha deviata parecchio…). Comunque i rimandi culturali al mondo orientale sono tanti e anche la grafica strizza l’occhio al mondo nipponico.

PaginaGolemDue parole sono da spendere per la grafica. Premetto che ho letto l’ePub inviatoci per la recensione, che era in bianco e nero, ma ho potuto apprezzare la linearità del tratto, come anche la precisione e l’estrema chiarezza nel disegno delle scene in movimento, cosa davvero non da tutti. Ho poi sfogliato in libreria la versione cartacea: signori, che colori! Brillanti, accattivanti e che cura dei dettagli!

Golem rappresenta davvero una rivoluzione nel mondo dei fumetti. Un connubio perfetto tra il tradizione manga e l’innovazione italiana.

GOLEM

di LRNZ – Lorenzo Ceccotti

Bao Publishing

pp. 280 – € 25,00