LA BAMBINA CHE FECE IL GIRO DI FAIRYLAND PER SALVARE LA FANTASIA di Catherynne M. Valente (Sperling e Kupfer)

01Di MissMeiko

A metà tra IL MAGO DI OZ di Baum e ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE di Carroll, LA BAMBINA CHE FECE IL GIRO DI FAIRYLAND PER SALVARE LA FANTASIA di Catherynne M. Valente è un romanzo che ti lascia sospirare pagina dopo pagina, di capitolo in capitolo.

Il lettore è proiettato in un mondo fantastico dalle atmosfere ora cupe, ora gioiose, in un crescendo di pathos.

Protagonista è Settembre, una ragazzina catapultata a Fairyland dopo un incontro con il Vento Verde.

Come ogni storia fantastica che si rispetti, anche a Settembre tocca raggiungere uno scopo: quello di salvare Fairyland dalla minaccia della Marchesa di cancellare la fantasia. Questo compito le è però dovuto oppure la ragazza ha facoltà di scelta?

Ecco allora che l’autrice, utilizzando una piccola serie di allegorie e di espressioni non-sense, induce il giovane lettore alla riflessione. Vale a dire: siamo ciò che siamo chiamati a essere o ciò che scegliamo di essere? La gente si comporta male per natura oppure sceglie di comportarsi male?

Al di là della riuscita ambientazione, degni di nota sono senz’altro anche i personaggi. Ciascuno con una propria caratteristica psicologica, come il Vento Verde; con una propria fissa, come la Viblioteca, un essere per metà Viverna e per metà Biblioteca; o con le proprie paure, come Sabato, un Marid o “genietto marino dei desideri”.

Insieme a quelli che saranno un po’ i suoi compagni di viaggio, Settembre fronteggerà i più strampalati ostacoli ingegnandosi con soluzioni altrettanto bislacche. Imparerà a contare sulle proprie forze e a non arrendersi neppure quando tutto pare perduto.

Per via di alcuni passaggi e discorsi di non semplice interpretazione, ne consiglierei la lettura ai preadolescenti o comunque a chi, seppure adulto, adora la narrativa per ragazzi.

LA BAMBINA CHE FECE IL GIRO DI FAIRYLAND PER SALVARE LA FANTASIA

Catherynne M. Valente

Sperling e Kupfer

pp. 288 – € 14,90