MANO FANTASMA di Ripley Patton – trad. Ernesto Pavan (self publishing)

ripley-patton-mano-fantasmaDi FiloChan

Generalmente in redazione siamo restie alla lettura di romanzi autopubblicati o pubblicati a pagamento perché, dopo aver letto alcuni testi che non hanno mai visto nemmeno l’ombra di una casa editrice, siamo fortemente convinte che l’editing sia un processo di fondamentale importanza per garantire la buona qualità di un libro, checché ne dicano gli autori.

Leggendo MANO FANTASMA, romanzo autopubblicato da Ripley Patton negli Stati Uniti e tradotto indipendentemente da Ernesto Pavan in Italia, ho dovuto parzialmente ricredermi.

La storia, uno young adult con caratteristiche sci-fi, narra delle vicissitudini di Olivia, una comune diciasettenne con un’unica particolarità: la sua mano destra è affetta da PSS (Psiche San Soma), una rara e recente malattia caratterizzata dalla sostituzione di parti del corpo con energia eterea, quasi ectoplasmica. Le persone affette da PSS sono prese di mira da alcune frange politiche estremiste che vogliono sbarazzarsene, non più solo con mezzi diplomatici.

Con l’aiuto del nuovo studente, Marcus, e della sua gang, Olivia riuscirà a sfuggire alle grinfie di questi malintenzionati, dando inizio a un’avventura da fuggitiva e scoprendo sconcertanti verità sulle persone che le sono sempre state accanto.

Come è intuibile, immaginando una banda di ragazzini armati e molto arrabbiati contro uomini che danno loro la caccia reputandoli dei mostri, l’azione permea tutto il romanzo, lasciando il giusto spazio all’amicizia e all’amore.

I personaggi meglio caratterizzati sono Olivia e Marcus. La prima è una ragazza molto ostinata quando si tratta di fare “la cosa giusta”, che impegna tutta se stessa per salvare gli amici e proteggersi dalle delusioni amorose. Queste sono potenzialmente causate da Marcus, belloccio dal passato misterioso che fatica a fidarsi di chi gli sta accanto e, dunque, tende a mentire. C’è poca introspezione sul resto dei personaggi ma, essendo questo il primo libro della saga, immagino che scopriremo molto di più su di essi nei volumi successivi (il secondo è in fase di traduzione, in America uscirà a breve il quarto e ultimo).

La narrazione procede spedita e non risulta mai noiosa, il linguaggio è semplice e d’impatto e la lettura è decisamente piacevole e scorrevole.

L’unica pecca sta, appunto, nell’editing: negli ultimi capitoli del romanzo ho notato almeno un refuso per pagina (confusione tra i nomi dei personaggi nei dialoghi, errori di battitura), ma si tratta tuttavia di errori perdonabili, considerando soprattutto i numerosi punti a favore del romanzo.

Sebbene la trama non sia particolarmente innovativa, consiglio questa lettura a tutti gli amanti dell’azione e degli young-adult.

MANO FANTASMA

Ripley Patton – trad. Ernersto Pavan

self publishing

pp. 277 – € 2,49 (e-book)