SPAGHETTI ALL’ASSASSINA di Gabriella Genisi (Sonzogno)

spaghettiDi Jinchuuriki

Per cucinare gli spaghetti all’Assassina, il piatto più famoso di Bari, ci vuole la padella in ferro nero che si trova solo nella città vecchia. Ed è proprio lì che sorge il ristorante di Colino Stramaglia, inventore della famosa ricetta. Una mattina di primavera, all’apertura del locale, il grande chef viene trovato morto ammazzato in maniera talmente efferata da far sospettare un torbido movente passionale. Quale grave sgarbo avrebbe commesso l’illustre personaggio per meritare una fine così orrenda? E quanti misteri si celano dietro al mondo sempre più competitivo dell’alta cucina? Fra le persone informate sui fatti, un affascinante cuoco algerino, una spogliarellista brasiliana e un capocameriere con un’aria da becchino uscito da un film western. A indagare è il commissario Lolita Lobosco, che stavolta trova imbrattate di sangue le sue due attività preferite: l’amore e la cucina. Sullo sfondo di una città sempre più pulp, una nuova intricata indagine, con fosche tinte da noir mediterraneo, metterà a dura prova l’abilità e l’istinto della caparbia investigatrice barese.

Il lettore si ritrova, fin dalle prime righe, avvolto nei colori e nei profumi dell’estate mediterranea, barese come l’autrice, con un racconto fresco e frizzante che cattura l’attenzione. I personaggi risultano sapientemente scolpiti nelle loro caratteristiche, con una psicologia ben delineata, sebbene scivolino, a volte, in qualche stereotipo dei polizieschi televisivi.

Lo stile è giovane e leggero, estivo, condito di vari neologismi, che all’inizio rendono la lettura un po’ difficoltosa, ma poi contribuiscono a far diventare la protagonista, Lolì, “una di famiglia”, quasi una vecchia amica.

La narrazione portante è ben costruita e si alleggerisce, oltre che con le note colorite dell’ambientazione, con quelle accattivanti delle descrizioni gastronomiche di varie specialità locali, che stuzzicano l’olfatto e il gusto del lettore. Ancor più sorprendente della soluzione del “giallo” (che forse arriva un po’ precipitosa) risulta la scoperta finale delle ricette che, come in ogni romanzo della Genisi, permetteranno al lettore appassionato di cucina di ricreare tutti i piatti citati nel racconto. Così da far diventare, questo, un libro non solo da leggere ma da… assaporare!

SPAGHETTI ALL’ASSASSINA

Gabriella Genisi

Sonzogno

pp. 192 –  € 12,00 (ebook € 9,00)